Riprendersi in mano la propria vita: 5 step

Raggiungi più velocemente il tuo Successo!

Tabella dei Contenuti

Consigli e suggerimenti su come riprendere in mano la propria vita

Riprendersi in mano la propria vita è lungo cammino, a volte complesso, cieco, ma per cui vale la pena non fermarsi mai. Può far paura l’idea di un arrivo che non arriva mai, eppure ecco che un giorno, all’improvviso, realizzi che tutti i passi compiuti hanno finalmente dato i suoi frutti. Riprendersi in mano la propria vita è infatti assumere di colpo controllo e responsabilità, abbandonare a poco a poco quel senso di smarrimento e ricominciare a compiere scelte consapevoli. Certo, riprendere in mano la propria vita non è semplice. Ma con i giusti consigli su come farlo è possibile muovere il primo passo già da ora. Vediamo allora come riprendersi la propria vita!

Riprendersi in mano la propria vita: cosa vuol dire

Riprendersi in mano la propria vita significa prendere il controllo delle proprie azioni in modo attivo e consapevole. Capita spesso di smarrirsi. Vuoi un evento della vita, vuoi un periodo emotivamente stressante o una predisposizione al turbamento, può succedere anche più di una volta lungo il proprio percorso di perdere la bussola, disorientarsi, provare sensazioni spiacevoli che oscurano tutto il resto al fine di lasciarsi andare in modo passivo di fronte agli eventi della vita. Ecco, riprendersi in mano la propria vita significa assumere nuovamente quel controllo, un processo per cui tornare a riconoscersi nelle proprie decisioni, nel proprio corpo e nelle scelte

Riprendere in mano la propria vita: si può?

Sì, si può. Può essere duro, può sembrare impossibile; invece è possibile e, sebbene il sacrificio, può restituirti la vita che hai sempre voluto. Riprendere in mano la propria vita è infatti un processo di trasformazione, specie per chi non è vittima di un periodo di smarrimento ma è come se fosse da sempre bloccato o condizionato da volontà che non sono le proprie. In questo senso, riprendere in mano la propria vita consente di rendere il proprio viaggio sulla terra il più possibile allineato con i propri valori, le proprie emozioni e i propri obiettivi. ‘Proprio’, è la parola chiave. Dal latino proprius, probabilmente dalla locuzione pro e privo “a titolo privato” o “personale”: ciò che appartiene a una persona ed è veramente suo. Pertanto, riprendere in mano la propria vita si può ma con impegno, perseveranza e man mano una sempre più affinata capacità di adattarsi alle sfide della vita. Iniziare tale percorso richiede alle volte di cambiare abitudini che, sebbene familiari, sono in realtà negative, e cominciare così un percorso di crescita personale.

riprendere in mano la propria vita

Ecco perché è importante riprendersi la propria vita

Quando una persona decide di riprendersi in mano la propria vita può succedere di demotivarsi e cadere. L’importante è non smettere di camminare lungo quel sentiero. Infatti, riprendersi la propria vita è una delle soddisfazioni più grandi, una sensazione di benessere che si dona a sé stessi e che è difficile spiegare se non ci si è passati. Lo smarrimento, l’essere succubi degli eventi, è qualcosa che può confondere e scuotere la persona a un livello così profondo che non bisogna sottovalutare quella piccola richiesta di aiuto che una piccola vocina interiore ti chiede. Una persona può decidere di riprendersi la propria vita per il desiderio di realizzare obiettivi personali, per superare una sfida ardua o uscire da situazioni negative. Farlo è un regalo che si fa a sé stessi: riprendersi in mano la vita non dona solo benessere e stabilità, ma aiuta a creare cambiamenti concreti nella propria vita, dal lavoro, alle relazioni, allo sviluppo personale fino alla salute.  

Come riprendere in mano la propria vita: 5 step


Ecco i primi cinque passi base per riprendere in mano la propria vita già da ora:

  • Ritagliati del tempo per te
    Vivere in funzione degli altri può creare molta confusione e smarrimento. È come se il perno della nostra vita fosse una determinata persona. All’inizio può sembrare bello, specie nelle relazioni amorose o amicali. Ma col tempo, tuttavia, può portare ad un annullamento della tua identità col rischio poi di sentirsi passivo, fuori asse, insoddisfatto. Ritagliarsi del tempo per stare solo con sé stessi è il primo passo per distaccarsi fisicamente e mentalmente da questa condizione e prendere lucidità. Non solo, ma abituarsi ad avere un po’ di tempo per sé stessi serve anche per imparare a viziarci un po’ con piccole cose che scopriamo piacerci, ci consente di esplorare tutto ciò che ignoravamo per il nostro tempo investito solo per gli altri e finalmente sentire di abitare il proprio corpo.

  • Prenditi cura di te
    Vai a prendere un caffè al bar, al cinema da solo. Vai dal parrucchiere, fai shopping. Fai la colazione americana, bevi il matcha; fai la beauty routine, concediti una passeggiata nel parco, un’escursione al bosco; fai attività all’aria aperta, mangia sano concedendoti, di tanto in tanto, qualche coccola; fai corsi di yoga o mindfulness, prova ristoranti nuovi, etnici. Compra una nuova libreria, rispolvera vecchi libri, cambia la disposizione della casa, vai alla spa, fai una sauna… insomma: prenditi cura di te, sempre. Imparare a volersi bene e prendersi cura di se stessi anche con piccoli gesti quotidiani aiuta a definire la tua personalità, a provare sensazione di comfort con sé stessi e a fare scelte consapevoli che rispondono solo e unicamente alle tue esigenze. Spoiler: prendersi cura degli altri senza essere in grado di prendersi cura di se stessi non funziona a lungo andare. 

  • Conosci nuove persone, esplora nuovi passatempo
    Ritagliarsi del tempo a disposizione significa anche esplorare la città, andare oltre i propri limiti e provare cose nuove. Anche iscriversi in palestra o a un corso di greco può farti conoscere nuove cose, nuove persone e di lì nuovi ambienti. E anche la tua stessa città, di colpo, ti sembrerà nuova e ricca di stimoli

  • Coltiva relazioni e frequenta ambienti positivi
    La vita ci dona delle persone, alcune di esse migliorano la nostra vita. Coltivare le relazioni è sintomo di benessere, e certo se non è il primo è il quarto passo per riprendere in mano la propria vita. Quando si esce dalla propria zona di comfort e si esplorano anche da soli cose nuove dopo un po’ viene la voglia di condividerle con qualcuno. Contatta quel tuo vecchio amico, la tua amica di sempre o la persona a cui hai sempre temuto proporre un’uscita. È bene alternare anche le nuove scoperte con le conoscenze di sempre, familiari o amici che siano. Anche se un percorso come questo porta inevitabilmente ad una trasformazione di se stessi, confrontarsi con le persone di sempre può far bene. Anzi, può essere anche un test personale per vedere quanta strada è stata percorsa. Tutto questo, però, deve andare di pari passo con la creazione di ambienti positivi in cui sai per certo che lì starai sempre bene.

  • Approfondisci la crescita personale
    Chi inizia a muovere i passi in questo lungo percorso probabilmente svilupperà curiosità se non reale necessità di lavorare sulla crescita personale. Dedica del tempo all’apprendimento e allo sviluppo delle proprie potenzialità. Leggi libri, partecipa a corsi o workshop, e cerca di acquisire nuove competenze.

Riprendersi in mano la propria vita: consigli 


Per riprendersi in mano la propria vita possono servire anche alcuni consigli pratici con cui concludiamo il nostro articolo. In questo percorso, personale e soggettivo, si incontreranno sfide e ostacoli, ma con determinazione e impegno è possibile superarli. Ricordati innanzitutto di accettare l’idea che la vita è fatta anche di cose incontrollabili per cui non vale la pena perdere tempo. Piuttosto, lavora sugli elementi controllabili della vita, per trasformarla e renderla come l’hai sempre desiderata. Qualsiasi percorso è meglio che inizi con piccoli passi. Non si può cambiare di punto in bianco, ma si può individuare un’area particolarmente negativa e iniziare pian piano a modificare quella. Ricorda di investire bene il tempo e dedicane molto a te stesso. E poi, non scacciare via le paure: ascoltale, osservale, da loro un nome. Sarà più semplice combatterle e trasformarle in opportunità. Infine, cerca il giusto supporto che sappia rendere il tuo viaggio al 100% efficace. Visita la nostra accademia, realtà virtuale unica in Italia che ogni giorno insegna a centinaia di persone come trasformare le proprie paure in opportunità di successo concreto. Fai subito il test!

riprendersi in mano la propria vita
Alessandro Da Col & Alessandro Pancia

Alessandro Da Col & Alessandro Pancia

Da oltre 10 anni insegnano a imprenditori, educatori, leader aziendali e persone di ogni ceto sociale come raggiungere il Successo che si meritano.

Hanno insegnato a centinaia di migliaia di persone come sviluppare un Mindset di Successo e le Strategie d'eccellenza per massimizzare il proprio potenziale.

Hanno formato oltre 15.000 studenti online e offline a livello internazionale.

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Vuoi essere richiamato gratuitamente nei prossimi minuti da un Tutor Coach?