Bassa autostima: sintomi, cause e rimedi

Raggiungi più velocemente il tuo Successo!

Tabella dei Contenuti

Autostima bassa: cos’è, come riconoscerla e come risolvere i problemi di autostima

Giudizi negativi, mancanza di fiducia verso sé stessi e dipendenza dal giudizio dagli altri: la bassa autostima è una condizione mentale che accomuna tante persone, sebbene le stesse facciano fatica a riconoscerla e dunque migliorarla. Al giorno d’oggi è facile avere bassa autostima. Circondati da modelli di perfezione e successo, spesso ci lasciamo affliggere dalla convinzione di non essere abbastanza. Ma oltre a cause esterne, a volte l’autostima bassa è qualcosa che parte da noi. Sono diverse infatti le cause che determinano una bassa autostima; così come sono molteplici i rimedi per lavorare sulla mancanza di autostima. In questo articolo cerchiamo di comprendere il significato profondo della bassa autostima, quali sono i problemi di autostima più comuni e quali sono i sintomi di una bassa autostima così da poterla riconoscere e rimediare.

Meriti di Essere Felice Real  7 – 8 ottobre 2023

Bassa autostima, cosa significa?

Se l’autostima è l’auto-valutazione di un individuo che oscilla tra un valore negativo e positivo, la bassa autostima è il giudizio che la persona dà a sé stessa perlopiù negativo. La persona con bassa autostima è infatti quella che non crede nelle proprie capacità, che di fronte alle prove della vita manca di fiducia in sé stessa e che tende a dare più importanza al giudizio degli altri che alle proprie opinioni personali. Questa condizione, tuttavia, non va sottovalutata: le persone con bassa autostima sono infatti dipendenti dal giudizio degli altri, diminuendo drasticamente la qualità della propria vita dal momento che non sono oggettivi verso sé stessi. Avere l’autostima bassa infatti significa perdere fiducia, oltre che in sé, anche nel mondo attorno, ricercando al contempo la costante l’approvazione degli altri. Questo porta all’individuo con bassa autostima a non avere un proprio progetto di vita personale e degli obiettivi autentici, ma perlopiù a seguire quelli degli altri in modo confusionario, riducendo la propria vita ad un atteggiamento passivo.

bassa autostima sintomi e cause

Bassa autostima: sintomi

Sebbene complicato, si può riconoscere questa condizione andando a circoscrivere e riconoscere la bassa autostima. Sintomi come:

  • Insicurezza
  • Vergogna
  • Senso di colpa
  • Pessimismo
  • Paura di sbagliare
  • Paura di essere giudicati
  • Paura di non piacere
  • Inadeguatezza
  • Dipendenza dagli altri
  • Ricerca del consenso
  • Scarso spirito di iniziativa
  • Problemi d’ansia o alimentari

possono essere il segnale di bassa autostima nella persona che li prova. Riconoscere i sintomi di bassa autostima è il primo passo per l’individuo che ne soffre.

Tale condizione psicologica può essere infatti migliorata, tuttavia se la persona in questione è in grado di riconoscersi in questi sintomi e ammettere a sé stesso di avere una bassa autostima. Può sembrare banale, ma avere bassa autostima può comportare anche l’avere una visione distorta della propria vita. In altre parole, chi ha una bassa autostima, sintomi a parte, è davvero convinto di non avere valore e che tutto sia negativo. Per questo, il primo grande passo è riconoscere i sintomi della bassa autostima e convincersi che, lavorandoci sopra, può migliorare il giudizio di sé stessi e in generale la qualità della propria vita.

Bassa autostima: cause

Capiamo a questo punto che le cause di una bassa autostima possono essere molteplici e che molto spesso provengono dall’infanzia che la persona ha vissuto. Quando si parla di bassa autostima, le cause principali che portano la persona a valutarsi negativamente sono:

  • Infanzia difficile
  • Genitori freddi, distanti, severi, violenti o assenti
  • Episodi di trascuratezza o eccessive critiche
  • Esperienze traumatiche come lutti o abusi psicologici e/o sessuali
  • Emarginazione, bullismo o cattive compagnie
  • Appartenenza a gruppi sociali minoritari
  • Autosuggestione
  • Obiettivi di vita irrealistici

Problemi di autostima scarsa: esempi

Alcuni esempi che descrivono i problemi di autostima scarsa o la totale mancanza sono “frasi tipiche” come le seguenti:

  • “Io non merito niente, gli altri sono più meritevoli di successo”
  • “Nessuno mi vuole davvero bene o ascolta i miei problemi”
  • “Gli altri hanno successo io sono qui fermo come sempre”
  • “Solo gli altri riescono ad essere felici nella vita”
  • “Inutile che cerco le cose che voglio tanto non me le merito”
  • “La vita fa schifo è inutile che faccio qualcosa”
  • “Anche se dovessi uscire non mi divertirei tanto vale restare fermo a non fare niente”
  • “Se non riesco a trovare ciò che cerco è colpa mia”
  • “Quella persona non starebbe mai con uno come me quindi trascuro i miei sentimenti”
  • “Non voglio affrontare quella prova tanto so per certo che non la supererei”
  • “Non voglio mettermi alla prova per paura e vergogna di fallire”
  • “Mi vergogno a farmi vedere, meglio rimanere in casa”
  • “Non mi piace il mio corpo né la mia persona”

Bassa autostima: rimedi

Se il primo passo è riconoscere una mancanza di autostima a partire dai sintomi, indagandone anche le cause, il secondo è lavorare sulla bassa autostima. Rimedi per ovviare ai problemi di autostima ce ne sono eccome, ma come sempre ogni singolo caso andrebbe valutato a sé per decidere opportune strategie e, talvolta, vere e proprio terapie psicologiche. Quelli che seguono sono alcuni rimedi generali su cui ogni persona con scarsa autostima può riflettere:

  • Cambiare routine e uscire dalla zona di comfort
    Ritenere che l’autostima e lo stile di vita siano legati è un ottimo modo per iniziare ad evidenziare quelle piccole cose che, quotidianamente e senza accorgercene, ci fanno rimanere intrappolati nel circolo vizioso della negatività. Poiché non è semplice, è buona cosa mettersi in gioco e uscire da quelli che sono i soliti confini. Iniziare uno sport, conoscere nuove persone o frequentare un corso di mindfulness o crescita personale può dare il via ad un percorso inaspettato a questo punto della tua vita.
  • Evitare di paragonare la propria vita a quella degli altri.
    Anche se attorno a te c’è gente circondata dal successo, poco importa. La tua vita non può e non deve essere guidata dalle esperienze altrui. Evitare di paragonarsi agli altri è un passo per prendere in mano la propria vita e direzionarla dove vogliamo. In questo modo è possibile focalizzarsi sul proprio di successo, che non è detto debba somigliare a quello degli altri.
  • Fissare degli obiettivi.
    Talvolta la negatività è data dal fatto che ci si abbandona troppo facilmente al sentimento dell’insuccesso e della frustrazione. Come se, giudicandoci negativamente, pensiamo e ci convinciamo che non possiamo avere degli obiettivi, perché tanto, pur avendoli, non saremmo in grado di raggiungerli. Falso. Bisogna allenarsi a porci dei piccoli obiettivi e man mano darci le possibilità che la bassa autostima ci ha sempre negato. In questo senso, è buona cosa affidarsi a coach e mentori esperti che sappiano seguirti passo dopo passo verso la tua crescita personale.
  • Smetterla di compiacere gli altri.
    Quando lasciamo il circolo vizioso negativo e cominciamo a raggiungere piccolissimi obiettivi quotidiani iniziamo a comprendere come alcune persone siano per noi nocive. Non per loro colpa, probabilmente; ma ci si rende conto a poco a poco come tanto del nostro tempo e delle nostre risorse siano state investite per compiacerli. Tagliamo questo cordone: iniziamo a frequentare ambienti e persone attorno a noi in un’ottica di scambio. Le persone davvero meritevoli saranno le prime ad accorgersi del tuo cambiamento e a trovarne giovamento, in termini di relazione. Tutte le altre, probabilmente, si nutrivano della tua bassa autostima. Amore, amicizia e lavoro rendono meglio, in termini di qualità, con un rapporto reciproco e non di compiacimento aprioristico.
  • Selezionare le persone da frequentare.
    Quando ci si rende conto di avere bassa autostima e si inizia a rimediare per risolvere il problema, s’impara anche con dispiacere che non tutte le frequentazioni sono positive per la propria vita. Non sempre, ma capita alle volte che persone con bassa autostima si avvicino a persone con elevata stima di sé stessi e piene di successi, almeno all’apparenza della persona manchevole che la stima. Non sempre, dicevamo, ma può capitare che queste persone traggano la propria forza proprio dalla debolezza degli altri. A prescindere dall’atteggiamento dell’altra persona, chi ha bassa autostima ha bisogno di un’ambiente sano, privato di quelle persone sempre pronte a criticare il prossimo e a giudicare la vita degli altri; al contrario, è utile circondarsi di persone che non per forza devono sponsorizzare positivismo e felicità, ma suscitare in noi la voglia di tornare a fare cose: uscire, divertirsi, esprimersi e condividere le gioie della vita.

Di rimedi per la bassa autostima ce ne sarebbero molti, ma chiaramente spetta a persone più esperte fornirli. In generale, la persona con bassa autostima deve tenere a mente che l’obiettivo è uscire dal circolo vizioso della negatività e del giudizio negativo.

A tal proposito, c’è una buona notizia. Mettere in campo tutte le tecniche per aumentare la bassa autostima può essere complesso. Ma un rimedio semplice e per sentirti meno solo in questa sfida c’è e siamo qui per proportelo: partecipa al nostro evento live Meriti di Essere Felice Real, dove ti insegneremo come superare definitivamente i blocchi in ambito economico e relazionale esercitandoci insieme. Prenota il tuo biglietto già da ora!

Autostima bassa: quando intervenire

Avere l’autostima bassa è una condizione che accomuna tantissime persone sin dall’infanzia. Spesso e volentieri, però, l’autostima viene sottovalutata: vuoi la vita frenetica, vuoi le sempre nuove sfide che si susseguono, si tende a tralasciare i propri problemi di autostima e andare avanti. Tuttavia, è importante riconoscere i segnali che ci dicono che è arrivato il caso di intervenire sull’autostima bassa. Ad esempio, quando la sensazione di tristezza e frustrazione si trasformano in qualcosa di più invalidante è bene intervenire per non sfociare in stati depressivi; lo stesso vale per l’ansia e il panico. Anche quando la persona con autostima bassa smette di mangiare in presenza di appetito o al contrario inizia a mangiare troppo in assenza di appetito, mostrando i segni di comportamenti alimentari alterati, è necessario intervenire.

mancanza di autostima

Mancanza di autostima: cosa fare?

Insomma, se arrivato fin qui ti rivedi nelle parole elencate e pensi di avere una mancanza di autostima è giunto il momento di fare qualcosa. Ecco qui alcuni consigli che puoi mettere in pratica già da subito:

  • Fermati un secondo e dì a te stesso che da oggi cambi vita
  • Sii propositivo: datti un piccolo obiettivo realistico, qualsiasi esso sia, e portalo a termine; anche fosse andare a correre al parco, va benissimo pur di interrompere la catena.
  • Ascoltati e ascolta cosa dice la vocina tra te e te: non biasimarti, non maltrattarti ma accogli il contenuto della tua voce interiore e lavoraci, affinché tu possa smettere di criticarti. Probabilmente vuole proteggerti!
  • Non paragonarti agli altri, ma inizia a costruire per conto tuo la tua vita.
  • Frequenta corsi di mindfulness e di crescita personale per aumentare la consapevolezza di sé stesso e circondarti di persone che la pensano come te.
  • Leggi libri sull’autostima e la crescita personale.
  • Frequenta seminari ed eventi dedicati al tema.
  • Iscriviti ad una accademia che si occupa di crescita personale.

Meriti di Essere Felice Real  7 – 8 ottobre 2023

Ora che abbiamo visto in lungo e in largo cos’è la bassa autostima, è giunto il momento di tornare alla vita e trasformare la teoria in pratica. Certo, non è facile a dirsi. Ma per fortuna ci sono tantissime persone esperte che aiutano le persone a lavorare su se stesse e raggiungere un grado di autostima sufficiente per trascorrere serenamente la propria vita. Corsi di mindfullness, crescita personale e molto altro ti aspetta là fuori se quello che cerchi è un ambiente fatto di persone che conoscono la tua condizione di partenza e conoscono i segreti per trasformare la tua mancanza di autostima in uno scrigno di risorse ed energie necessarie per raggiungere gli obiettivi che hai sempre desiderato e messi in secondo piano. Comincia oggi col riconoscere la bassa autostima: sintomi, cause e rimedi sopra elencati possono aiutarti a smuovere un primo passo dentro di te. Ma per risolvere i problemi di autostima in modo concreto puoi affidarti a specialisti. Consulta la pagina di Accademia crescita personale, l’accademia di crescita personale n°1 in Italia che sfrutta leggi scientifiche per migliorare la qualità di vita delle persone.

Alessandro Da Col & Alessandro Pancia

Alessandro Da Col & Alessandro Pancia

Da oltre 10 anni insegnano a imprenditori, educatori, leader aziendali e persone di ogni ceto sociale come raggiungere il Successo che si meritano.

Hanno insegnato a centinaia di migliaia di persone come sviluppare un Mindset di Successo e le Strategie d'eccellenza per massimizzare il proprio potenziale.

Hanno formato oltre 15.000 studenti online e offline a livello internazionale.

Facebook
LinkedIn
WhatsApp
Telegram

Vuoi essere richiamato gratuitamente nei prossimi minuti da un Tutor Coach?